Vuole che le ceneri siano disperse e gli negano il funerale

 Un tempo credevo che una messa funebre non si negasse a nessuno (l’ha ottenuta anche Pinochet, tanto per fare un esempio). Poi il caso di Piergiorgio Welby, tenuto alla larga dal rito per aver desiderato la morte, mi ha insegnato che non era così. L’uomo non può giudicare il dittatore sanguinario perché il giudizio appartiene al Signore, ma può tranquillamente condannare l’ammalato stanco di soffrire. Potremmo cavarcela dicendo che i gusti son gusti, ma questo benedetto papa tedesco ci ripete tutti i giorni che non bisogna cadere nel relativismo. Che pensare, allora? Nuovo materiale per queste riflessioni mi è stato fornito dalla mia città, Aosta, nella quale a un defunto sono stati negati i funerali in chiesa (la parrocchia di Santo Stefano, a circa 200 metri da casa mia) per aver espresso il desiderio, prima di morire, che le sue ceneri fossero sparse al vento. Un desiderio, lo dico per inciso, che condivido in pieno (la Chiesa prenda nota: ho giusto compiuto da qualche giorno l’età di Cristo). Secondo quanto scrive La Stampa nelle pagine regionali, il parroco si è giustificato dicendo alla vedova che «la dispersione delle ceneri è contraria al dogma della Resurrezione». Allora, mi dico, il punto non è la dispersione, ma la cremazione! Che va evitata, perché altrimenti il corpo non potrà più risorgere, visto che si sarà consumato… Ma allora, mi chiedo, bisognerà scomunicare i vermi e impedire al tempo, con apposito decreto pontificio, di mangiarsi i cadaveri, poco o nulla difesi dal legno delle casse o dal marmo dei sepolcri? O risorgeranno solo gli antichi faraoni, grazie alla tecnica della mummificazione e i cartelli indicatori, in Paradiso, saranno pieni di geroglifici? Mentre così ragiono, l’occhio mi cade su uno specchietto, inserito in mezzo all’articolo, e scopro che recentemente la Chiesa ha ammesso la cremazione e che è la dispersione delle ceneri a essere vietata. Non riesco a capire. Leggo meglio il «pezzo» e scopro che nella dispersione delle ceneri è insito il rischio di «panteismo». Così si esprime un altro sacerdote. Sbagliato, insomma, sarebbe il desiderio di “ricongiungersi con il tutto”, perché ciò supporrebbe un sentimento di appartenenza al cosmo, nel quale la vita finirebbe con l’identificarsi per intero nel contingente, elevato a dimensione spirituale e quasi divina. Provo qualche timore, dunque, per il destino ultraterreno di San Francesco, che per tornare alla terra volle essere seppellito senza cassa…
 
Naturalmente, si tratta di questioni molto importanti,
che purtroppo non si conoscono abbastanza. Il fatto è che il canone 176 del diritto canonico (quello che parla delle esequie) è stato riformato da poco dalla Conferenza episcopale italiana, tanto che il defunto, che si era visto negare i funerali a Santo Stefano, ha avuto lo stesso la sua messa nell’istituto in cui è morto, celebrata da un religioso che ignorava le nuove disposizioni dei vescovi. Per evitare che simili disguidi possano ripetersi in futuro, la curia vescovile farà una comunicazione ai fedeli e alle imprese di pompe funebri «per informare», cito dalla Stampa, «sulle disposizioni per il rito funebre e per spiegare i motivi del “no”». «È l’ennesimo caso di conflitto tra leggi dello Stato e leggi religiose», chiosa l’articolo: lo Stato ha da poco permesso la dispersione delle ceneri, mentre la Chiesa non l’accetta. Eppure, quando la Valle d’Aosta aveva recepito le nuove disposizioni, nessuna critica era stata mossa dalla diocesi.


 Post scriptum: Clicca se vuoi leggere le rimostranze del papa al sindaco di Roma
 Post post scriptum: Da ieri esibisco con orgoglio nella colonna di destra del blog un banner in difesa della laicità dello Stato, preso dal sito Blog laici.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

31 Responses to Vuole che le ceneri siano disperse e gli negano il funerale

  1. marco says:

    io non c’ho mai capito una sega di come funzionano i funerali fra religione e non religione. comunque questo fatto qui è abbastanza ridicolo, anche se non è nemmeno la punta dell’iceberg.

  2. cento says:

    Ricordatevi che se morite, grazie al battezzo, voi APPARTENETE alla santa sede. E quindi vi tocca la sepoltura anche qualora i vostri genitori decidessero la cremazione. Quindi o vi affrettate a fare testamento (non si sa mai) oppure…

  3. Pingback: bloetura blog

  4. Pingback: bloetura blog

  5. Pingback: bloetura blog

  6. Pingback: Long term payday loans.

  7. Pingback: batabinokio blog

  8. Pingback: batabinokio blog

  9. Pingback: batabinokio blog

  10. Pingback: Payday loan get a quick cash advance.

  11. Pingback: Payday loan.

  12. Pingback: No teletrack payday loans.

  13. Pingback: Payday advance faxless loans in hour.

  14. Pingback: Payday loan reviews.

  15. Pingback: Payday loan.

  16. Pingback: Casino online play for free.

  17. Pingback: Best rated online casinos.

  18. Pingback: Online slot casino.

  19. Pingback: Online casino slots.

  20. Pingback: Free casinos online www.freeonline-casinos.net.

  21. Pingback: Cpayscom2 online casino.

  22. Pingback: No deposit casinos.

  23. Pingback: Best pay casino online.

  24. Pingback: Lasvegas online casino.

  25. Pingback: Phentermine side effects online phentermine info.

  26. Pingback: Free online casino games.

  27. Pingback: Real vegas online casino match bonus.

  28. Pingback: Latest no deposit bonus casino coupon codes.

  29. Pingback: Best rated online casino.

  30. Pingback: Online slot casino with free bonus money.

  31. Pingback: My Homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *